Analisi Meteo Puglia 03-01-2017 – la Befana ci porta Gelo ed anche la Neve!

Analisi Meteo Puglia 03-01-2017 – la Befana ci porta il Gelo e anche la Neve!

Analisi Meteo Puglia 03-01-2017

Ecco l’Analisi Meteo Puglia 03-01-2017: come accennato ieri si prospetta per i prossimi giorni l’arrivo di una intensa ondata di freddo, in occasione dell’Epifania, che gli ultimi aggiornamenti dei modelli matematici confermano possa avere i connotati di ondata di gelo per gran parte delle regioni meridionali e delle centrali adriatiche, per l’arrivo di una saccatura artico-continentale alimentata da aria gelida direttamente dal nord della Russia.

Se ieri davamo l’evento come probabile, stasera invece, mancando ormai solo 48 ore al primo impatto sull’Adriatico, possiamo dare ormai per certa l’irruzione di aria artica entro la serata di Giovedì 05 Gennaio.

La fase fredda che ci interesserà durerà presumibilmente sino a Domenica 08 Gennaio, e vedrà nelle giornate di Venerdì 6 e Sabato 7 la sua fase più cruenta per il gelo e le più propizie per le nevicate che potranno anche essere intense!

Entrando maggiormente nel dettaglio dell’evoluzione dalla mappa del modello GFS per le ore centrali di Giovedì 05 possiamo ben vedere la stupenda saccatura artica che dal nord della Russia si allunga sin sull’Adriatico che viene subito raggiunto da valori in quota di -35° a 500mb

analisi meteo puglia 03-01-2017

Questa fase sarà caratterizzata da un passaggio frontale sulle regioni centro-meridionali che interesserà anche la nostra Puglia con qualche pioggia anche a carattere di rovescio e prima diminuzione delle temperature tanto che già nel pomeriggio il calo termico, sulla parte centro-settentrionale della regione ci riporterà a temperature decisamente invernali dopo il rialzo avutosi dopo Capodanno.

Entro la serata di Giovedì 05 o comunque nel corso della notte dell’Epifania, la lingua gelida russa si sarà portata sulla Puglia dove irromperanno intensi venti di tramontana e farà quindi la sua irruzione l’aria gelida dapprima in quota, con la -10° a 1400 metri di altezza che ricoprirà il nord della regione sino al barese centrale.

Sul nord della Puglia si avrà il primo ingresso di nuclei nuvolosi dall’Adriatico direttamente legati all’impatto dell’aria fredda sul mare di nostra competenza.

Entro la mattinata di Venerdì 06 l’ondata di freddo si sarà impossessata dell’intera regione ed inizierà ad affluire la parte più gelida con temperature alle quote medio/basse in drastico crollo su valori eccezionali per le nostre zone con l’isoterma di -12° che coinvolgerà, non solo tutta la Puglia, ma a tappeto tutto il sud peninsulare: non solo, ma l’isoterma di eccezionale di -14° a 1400 m di quota inizierà a sfiorare il Gargano.

In questa fase si inizieranno ad attivare intensi nuclei nuvolosi dal mare, le classiche bande nuvolose strette ed allungate, che impattano la nostra regione con angolazione a seconda di come si dispongono le correnti alle varie quote, innescate dallo sfociare in Adriatico dell’aria gelida dalle vallate delle Alpi Dinariche lungo le coste della Croazia.

La prima fase di Venerdì sarà molto favorevole a diffuse nevicate fra BAT, Nord Barese, e Murge centro-settentrionali con quota neve sino al livello del mare, mentre altri nuclei inizialmente meno intensi inizieranno a portare le prime nevicate anche sul resto del barese e nel brindisino dove potrebbe iniziare a formarsi una banda nuvolosa ben più consistente e carica di nevicate.

 

Da questo momento in poi e per almeno 24/36 ore la nostra regione sarà interessata dal continuo afflusso di aria gelida con l’isoterma di -14° che potrebbe sfondare sul Foggiano sino a portarsi sull’Appennino Lucano, e la -13° abbracciare tutto il Barese, mentre in quota i valori a 500 hPa si porteranno intorno a -36°: sarà questo l’apice dell’irruzione con la nuvolosità che andrà intensificandosi e con quindi l’elevata facilità da parte del mare di formare nuclei nuvolosi intensi carichi di instabilità e con essa di nevicate che in maniera più o meno intensa e più o meno diffusa interesseranno gran parte della nostra regione (qualche zona meno colpita o scarsamente colpita inevitabilmente ci sarà).

Al momento, e non è una visione definitiva (per questo ci aiuteranno i LAM cioè i modelli a scala locale), le zone che potrebbero essere interessate dalle nevicate più importanti sarebbero l’Alta Murgia ed i comuni interni del nord Barese, nonché un’area ancora non ben definibile e compresa fra l’ovest brindisino e la Valle d’Itria oppure fra la Valle d’Itria e le Murge del sud-est Barese; nella prima area indicata, quindi l’Alta Murgia, gli accumuli di neve potrebbero essere anche importanti, e potremmo azzardare che si possano superare i 40/50 cm sulle zone più esposte ed a quote più elevate nell’arco dell’intero episodio.

La giornata di Sabato 07, a partire già dalla notte, con l’ulteriore evoluzione in quota del nocciolo gelido, potrebbe portare la fase favorevole alle precipitazioni ad interessare maggiormente il Barese centrale e la Puglia meridionale sino anche all’estremo Salento, e dovrebbe anche essere la fase più favorevole a produrre temperature gelide sino a quote prossime alla pianura, nonché probabili giornate di ghiaccio (cioè temperatura sottozero durante tutte le 24 ore della giornata) sino in bassa collina sulle Murge (mentre sull’Alta Murgia la giornata di ghiaccio si potrà realizzare già per l’Epifania).

 

Resta l’incognita sulla possibilità o meno che si prolunghino a Domenica 08 le possibili nevicate che in tal caso potrebbero essere causate da una residua banda nuvolosa disposta da Nord-Ovest verso Sud-Est dal Barese verso il Tarantino/Brindisino sino ad esaurimento.

Capitolo temperature: come si intuisce dalle descrizioni precedenti, il freddo in quota sarà di quelli tosti e con buona probabilità, la presenza delle precipitazioni farà si che tali temperature avranno un deciso effetto anche sui bassi strati (altrimenti in caso di aria molto secca e per giunta ventosa gli effetti al suolo sono meno intensi rispetto a quelli in quota), pertanto ci aspettiamo specie sui rilievi valori di temperature notevolmente bassi con le zone interne delle Murge che potrebbero registrare valori di -4°/-6° anche in pieno giorno in caso di nevicate copiose (altrimenti più alte di 2° o 3°); valori prossimi allo zero o sottozero si registreranno anche in pianura e persino le coste vedranno temperature decisamente più basse del solito nonostante la presenza dei forti venti tramontana.

Capitolo vento: soffieranno intensi venti di tramontana su tutta la regione, in maniera più intensa lungo le coste, ma attenzione, è molto probabile che a partire dalla metà giornata di Venerdì 06 il vento sulle zone interne, a partire dall’Alta Murgia subisca una drastica frenata a causa delle nevicate e del forte raffreddamento che quindi inizierà ad opporre resistenza termica ai forti venti marittimi; tale azione potrebbe impadronirsi di gran parte della regione sino a poca distanza dalla costa entro la giornata di Sabato 7.

Questo, ripetiamo, lo status quo sulla base degli aggiornamenti modellisti odierni che domani mattina vedremo di confermare o correggere in quanto per Sabato/Domenica ci sono ancora margini per qualche piccolo cambiamento.

 

Al prossimo aggiornamento,

METEO PUGLIA è anche tanto altro:

Per le previsioni meteo puglia a lungo termine: Previsioni Lungo Termine

Per le previsioni sul mare: Meteo Puglia Mare

Per le analisi meteo: Analisi Meteo

Per seguire in tempo reale la situazione: Radar & Satellite

Per seguire tramite le immagini delle WebCam: WebCam Puglia

Per conoscere i dati misurati: Dati Meteo

Per seguire gli aggiornamenti, la Pagina Facebook: Puglia Meteo

Per seguirci su Twitter: Puglia Meteo

Per un focus su Bari e dintorni: Meteo Bari

Copyright

© 2017 Meteo Puglia – Il Meteo In Puglia e dintorni, il Meteo in diretta dalla Puglia

Riproduzione consentita citando la fonte.

Updated: 03/01/2017 — 22:15

Lascia un commento

Meteo Puglia - Previsioni Meteo Puglia © 2016