Analisi Meteo del 19-01-2015 – Fase instabile e perturbata, più freddo nel fine settimana e fine mese!

Analisi Meteo del 19-01-2015 – Fase instabile e perturbata, più freddo nel fine settimana e fine mese!

Analisi Meteo del 19 Gennaio 2015

Il mese di Gennaio giunge alla sua terza decade, vediamo quindi stasera cosa dobbiamo aspettarci per questa terza parte del mese!

La fase anticiclonica che ha caratterizzato gran parte della prima metà di Gennaio è ormai alle spalle, l’ingresso nei giorni scorsi di aria polare marittima di origine nord Atlantica ha determinato l’erosione dei geopotenziali sul Mediterraneo e con essi un deciso calo della pressione al suolo, con il conseguente giungere di sistemi nuvolosi, e da ultimo la perturbazione sciroccale che ci ha interessato nella giornata di Domenica 18 e nottata con Lunedì 19.

Nei prossimi giorni, stante il posizionamento più ad ovest in pieno Atlantico dell’anticiclone delle Azzorre, e la continua uscita dal Canada di correnti polari verso l’Atlantico settentrionale, manterrà il Mediterraneo vulnerabile alla discesa di tali correnti, polari marittime, che avranno quindi un canale preferenziale di sfogo.

Dall’altro lato del comparto euro-atlantico si andrà invece a costituire un vasto campo anticiclonico fra la Russia europea e la Siberia centrale, con caratteristiche termiche specie su quest’ultimo lato, con un pesante raffreddamento dei bassi strati e conseguente ondata di gelo in Russia, ma ben distinta e distante dalle vicende atmosferiche europee.

La caratteristica principale dei prossimi giorni sarà quindi il persistere di un regime depressionario sul bacino del Mediterraneo, in particolare centrale, con il giungere di due impulsi polari marittimi e la formazione di un minimo depressionario sulle regioni meridionali, in transito dal Tirreno verso il sud peninsulare entro la giornata di Venerdì; in questa fase avremo quindi un tipo di tempo instabile con aree nuvolose che interesseranno gran parte delle nostre regioni centro-meridionali con annesse precipitazioni, in intensificazione fra Giovedì e Venerdì e con strascichi sulle regioni sud-orientali anche per la giornata di Sabato, il tutto in un contesto generalmente mite (anche se non eccessivamente).

analisi meteo

Nel fine settimana però, un secondo impulso polare marittimo, con parziale componente artica, quindi più freddo, dovrebbe sfruttare nuovamente il canale preferenziale presente sulla nostra Penisola, andando a rinnovare le condizioni cicloniche, con il minimo di pressione che verrebbe riportato in dietro sul medio-basso Tirreno, prima di ritornare nuovamente verso le regioni meridionali fra Domenica 25 e Lunedì 26, quando si avrebbe per conseguenza la maggiore entrata di aria più fredda; anche questa seconda fase si presenterebbe quindi favorevole alle precipitazioni per le regioni meridionali, e con l’abbassarsi delle temperature, la neve appenninica potrebbe portarsi anche quote medio/basse se non, nella migliore delle ipotesi a quote collinari.

analisi meteo analisi meteo

In questa seconda fase si avrebbe anche una maggiore chiusura dell’anticiclone verso l’Europa centro-occidentale, favorendo quindi un parziale ponte con l’anticiclone russo, con quindi il contributo di aria balcanica all’alimentazione della circolazione ciclonica sul sud Italia.

Ecco quindi che per il fine mese avremmo una situazione più tipicamente invernale, anche se, a meno di sorprese, si tratterebbe di una fase di freddo normale per il periodo.

Al prossimo aggiornamento,

Meteo Puglia – Analisi Meteo per la Puglia e l’Italia

Copyright

© 2014 Puglia Meteo – Meteo In Puglia e dintorni

www.meteoinpuglia.it

Riproduzione consentita citando la fonte

Updated: 19/01/2015 — 20:42

Lascia un commento

Meteo Puglia - Previsioni Meteo Puglia © 2018